Stampa
Visite: 497


Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca - Uff. Scolastico Regionale per il Lazio

Istituto d’istruzione Secondaria Superiore
J. von Neumann

Sede centrale: Via Pollenza, 115 - 00156 ROMA – Tel. 06.1211.23.265
Succursale: Via del Tufo, 27 – 00158 ROMA – Tel. 06.1211.27.390

Cod. Fisc. 97197030584 – Cod. univoco UFO7AY – Codice tesoreria unica 348 0315980
Cod. Mecc. Istituzione Scolastica RMIS022001 - ITT/LS S.A. J. von Neumann RMTF02202E

ITT Rebibbia RMTF02201D - ITE Rebibbia RMTD022017 - IPSC Rebibbia RMRC02201X - ITT Corso Serale RMTF02250T
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - sito web: www.vonneumann.edu.it

 
Circolare n. 364/21

Roma il 04-06-2021

 

Al RSPP Ing. Amalio Rosati
Al RLS prof.ssa Barbara Battista
Agli ASPP
     prof. Ermanno Vessichelli (via Pollenza)
     e prof.ssa Stefania Pucci (via del Tufo)
Ai preposti al SPP
    prof.ssa Cristina Stola (via Pollenza)
    e prof.ssa Vitaletti Giovanna (via del Tufo)
Alla RSU
Alla DSGA
A tutto il personale
Agli studenti
Alle famiglie

Oggetto: Protocollo condiviso - Misure organizzative, di prevenzione e protezione attuative del protocollo d’intesa tra Ministero dell’Istruzione e Organizzazioni sindacali del settore scuola del 21/05/2021
 

Al fine di garantire l’effettuazione dell’esame di Stato conclusivo del I° e II° ciclo di istruzione, il Comitato Tecnico Scientifico (CTS) insieme al M.I. hanno proposto un documento tecnico con l’obiettivo di fornire elementi informativi e indicazioni operative per la tutela della salute e della sicurezza sia degli studenti che del personale scolastico (docente e non docente) nel contesto dell’espletamento dell’esame di stato che costituiscono il riferimento al Protocollo condiviso.
Oltre alle misure di prevenzione collettive e individuali già in atto nel contesto scolastico, c’è comunque bisogno anche di una collaborazione attiva di studenti e famiglie che dovranno continuare a mettere in pratica i comportamenti generali previsti per il contrasto alla diffusione dell’epidemia, nel contesto di una responsabilità condivisa e collettiva, nella consapevolezza che la possibilità di contagio da SARS CoV-2 rappresenta un rischio per la popolazione
Misure di sistema
Tra le misure di sistema è necessario valutare l’eventuale impatto degli spostamenti correlati all’effettuazione dell’esame di stato sulla motilità. Pertanto tra le azioni di sistema si rende necessaria l’organizzazione di un calendario di convocazione scaglionato dei candidati, suggerendo, qualora possibile, l’utilizzo del mezzo proprio.
In questo modo, sarà possibile evitare assembramenti di persone in attesa fuori dei locali scolastici, consentendo la presenza per il tempo minimo necessario come specificamente indicato di seguito.
Il calendario di convocazione dovrà essere comunicato preventivamente sul sito della scuola e con mail al candidato tramite registro elettronico, con verifica dell’avvenuta ricezione.
Il candidato, qualora necessario, potrà richiedere alla scuola il rilascio di un documento che attesti la convocazione e che gli dia, in caso di assembramento o di limitazioni, precedenza di accesso ai mezzi pubblici per il giorno dell’esame.
Al fine di evitare ogni possibilità di assembramento il candidato dovrà presentarsi a scuola 15 minuti prima dell’orario di convocazione previsto e dovrà lasciare l’edificio scolastico subito dopo l’espletamento della prova. Il candidato potrà essere accompagnato da una persona.
Pulizia e igienizzazione degli ambienti
I locali destinati all’effettuazione dell’esame di stato, ivi compresi androne, corridoi, bagni, uffici di segreteria saranno oggetto di preliminare sanificazione.
Gli stessi locali saranno oggetto, da parte dei collaboratori scolastici, di una pulizia approfondita con detergente neutro di superfici. Nella pulizia approfondita verrà posta particolare attenzione alle superfici più toccate quali maniglie e barre delle porte, delle finestre, sedie e braccioli, tavoli/banchi/cattedre, interruttori della luce, corrimano, rubinetti dell’acqua, pulsanti dell’ascensore, distributori automatici di cibi e bevande, ecc.
Al termine della prova di ogni singolo candidato, i collaboratori scolastici in servizio provvederanno all’igienizzazione della postazione utilizzata dallo studente e a quella dell’eventuale accompagnatore.
Al termine di ogni sessione di esame (mattutina/pomeridiana) verranno effettuate le quotidiane operazioni di pulizia assicurando misure specifiche di pulizia dei bagni delle superfici e degli arredi/materiali scolastici utilizzati nell’espletamento della prova.
Saranno disponibili prodotti igienizzanti (dispenser di soluzione idroalcolica) per i candidati e il personale della scuola, in più punti dell’edificio scolastico e, in particolare, per l’accesso al locale destinato allo svolgimento della prova d’esame per permettere l’igiene frequente delle mani.
In caso di accertamento di persona affetta da COVID-19 durante lo svolgimento degli esami sarà necessaria la sanificazione e igienizzazione degli ambienti, non richiesta invece in situazioni normali in cui è sufficiente una pulizia approfondita.
Dichiarazione dei componenti della commissione
Ciascun componente della commissione convocato per l’espletamento delle procedure per l’esame di stato dovrà dichiarare (allegato 1):
• l’assenza di sintomatologia respiratoria o di febbre superiore a 37.5°C nel giorno di avvio delle procedure d’esame e nei tre giorni precedenti;
• di non essere stato in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;
• di non essere stato a contatto con persone positive, per quanto di loro conoscenza, negli ultimi 14 giorni.
Se sussiste anche solo una delle condizioni soprariportate, il componente dovrà essere sostituito secondo le norme generali vigenti; nel caso in cui la sintomatologia respiratoria o febbrile si manifesti successivamente al conferimento dell’incarico, il commissario non dovrà presentarsi per l’effettuazione dell’esame, comunicando tempestivamente la condizione al Presidente della commissione al fine di avviare le procedute di sostituzione nelle forme previste dall’ordinanza ministeriale ovvero dalle norme generali vigenti.
Ingresso a scuola
All’ingresso della scuola non è necessaria la rilevazione della temperatura corporea.
All’atto della presentazione a scuola il candidato e l’eventuale accompagnatore dovranno produrre un’autodichiarazione (allegato 1) attestante:
• l’assenza di sintomatologia respiratoria o di febbre superiore a 37.5°C nel giorno di espletamento dell’esame e nei tre giorni precedenti;
• di non essere stato in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;
• di non essere stato a contatto con persone positive, per quanto di loro conoscenza, negli ultimi 14 giorni.
Anche in questo caso, nel caso in cui per il candidato sussista una delle condizioni soprariportate, lo stesso non dovrà presentarsi per l’effettuazione dell’esame, producendo tempestivamente la relativa certificazione medica al fine di consentire alla commissione la programmazione di una sessione di recupero nelle forme previste dall’ordinanza ministeriale ovvero dalle norme generali vigenti.
Distanziamento e ricambio d'aria
I locali scolastici destinati allo svolgimento dell’esame di stato dovranno prevedere un ambiente sufficientemente ampio che consenta il distanziamento di seguito specificato, dotato di finestre per favorire il ricambio d’aria; l’assetto di banchi/tavoli e di posti a sedere destinati alla commissione dovrà garantire un distanziamento – anche in considerazione dello spazio di movimento – non inferiore a 2 metri; anche per il candidato dovrà essere assicurato un distanziamento non inferiore a 2 metri (compreso lo spazio di movimento) dal componente della commissione più vicino.
Le stesse misure minime di distanziamento dovranno essere assicurate anche per l’eventuale accompagnatore compreso l’eventuale Dirigente tecnico in vigilanza.
Dovrà essere inoltre garantito un ricambio d’aria regolare e sufficiente nel locale di espletamento della prova favorendo, in ogni caso possibile, l’aerazione naturale.
I locali scolastici (sufficientemente ampi da consentire il distanziamento di seguito specificato e dotati di finestre per favorire il ricambio d’aria) da destinare allo svolgimento dell’esame sono i seguenti:
via del Tufo : Laboratorio di sistemi (commissione 1) e Laboratorio di elettronica (commissione 2)
via Pollenza: androne primo piano (commissione 1 ) e aula Marconi piano piloty (commissione 2); Aule T1, T2 e T3 (n. 3 commissioni di Rebibbia)
Relativamente agli impianti di condizionamento o ventilazione, le specifiche indicazioni sono contenute nel documento Rapporto ISS COVID-19 n. 5 del 21 aprile 2020.
Mascherine
I componenti della commissione dovranno indossare per l’intera permanenza nei locali scolastici
mascherina chirurgica che verrà fornita dal Dirigente Scolastico che ne assicurerà il ricambio dopo ogni sessione di esame (mattutina /pomeridiana).
Il candidato e l’eventuale accompagnatore dovranno indossare per l’intera permanenza nei locali scolastici una mascherina chirurgica. Non sono più ammesse le mascherine di comunità ed è sconsigliato l’uso di mascherine FFP2.
Solo nel corso del colloquio il candidato potrà abbassare la mascherina assicurando però, per tutto il periodo dell’esame orale, la distanza di sicurezza di almeno 2 metri dalla commissione d’esame.
Anche per tutto il personale non docente, in presenza di spazi comuni con impossibilità di mantenimento del distanziamento, è necessario indossare la mascherina chirurgica.
I componenti della commissione, il candidato, l’accompagnatore e qualunque altra persona che dovesse accedere al locale destinato allo svolgimento della prova d’esame dovrà procedere all’igienizzazione delle mani in accesso. Pertanto NON è necessario l’uso di guanti.
Locali per accoglienza e isolamento
Vengono individuati quali ambienti dedicati all’accoglienza e isolamento di eventuali soggetti (candidati, componenti della commissione, altro personale scolastico) che dovessero manifestare una sintomatologia respiratoria e febbre i locali già destinati a questo scopo nel corso dell’anno (n.T6 via Pollenza; n. 30 via del Tufo) In tale evenienza il soggetto verrà immediatamente condotto nel predetto locale in attesa dell’arrivo dell’assistenza necessaria attivata secondo le indicazioni dell’autorità sanitaria locale. Verrà altresì dotato immediatamente di mascherina chirurgica qualora dotato di mascherina di comunità.
Candidati con disabilità
Per gli studenti con disabilità certificata sarà consentita la presenza di eventuali assistenti (es. OEPA, Assistente alla comunicazione); in tal caso per tali figure, non essendo possibile garantire il distanziamento sociale dallo studente, è previsto l’utilizzo di guanti oltre la consueta mascherina ffp2 e visiera.
Esami in videoconferenza
Per gli studenti con disabilità certificata il Consiglio di Classe, tenuto conto delle specificità dell’alunno e del PEI, ha la facoltà di esonerare lo studente dall’effettuazione della prova di esame in presenza, stabilendo la modalità in video conferenza come alternativa.
Analogamente si provvederà per i candidati degenti in luoghi di cura od ospedali, o comunque impossibilitati a lasciare il proprio domicilio nel periodo dell’esame, e per i detenuti.
È consentito lo svolgimento delle prove dell’esame di Stato o dei lavori della Commissione d'esame in modalità di videoconferenza, secondo le modalità previste dall’articolo 9 dell’O.M. n. 52 del 3 marzo 2021 relativa al primo ciclo di istruzione e dall’ art. 8 dell’O.M. n. 53 del 3 marzo 2021 relativa al secondo ciclo di istruzione:
1. nei casi in cui le condizioni epidemiologiche e le disposizioni delle autorità competenti lo richiedano;
2. qualora il dirigente scolastico, o successivamente il presidente della commissione, ravvisi l’impossibilità di applicare le misure di sicurezza stabilite da specifici protocolli nazionali di sicurezza - in conseguenza dell’evoluzione della situazione epidemiologica e delle disposizioni ad essa correlate - e comunichi tale impossibilità all’USR per le conseguenti valutazioni e decisioni;
3. qualora uno o più commissari d’esame siano impossibilitati a seguire i lavori in presenza,
inclusa la prova d’esame, in conseguenza di specifiche disposizioni sanitarie connesse all’emergenza epidemiologica, il presidente della commissione dispone la partecipazione degli interessati in videoconferenza o altra modalità sincrona;
Comunicazione e informazione
Delle presenti misure di prevenzione e protezione del documento si assicurerà adeguata comunicazione efficace alle famiglie, agli studenti, ai componenti la commissione, da realizzare on line (sito web scuola o webinar dedicato) e anche su supporto fisico ben visibile all’ingresso della scuola e nei principali ambienti di svolgimento dell’Esame di Stato entro 10 gg antecedenti l’inizio delle prove d’esame.
Le misure di prevenzione e protezione indicate contano sul senso di responsabilità di tutti nel rispetto delle misure igieniche e del distanziamento e sulla collaborazione attiva di studenti e famiglie nel continuare a mettere in pratica i comportamenti previsti per il contrasto alla diffusione dell’epidemia.
Per altre ulteriori informazioni, si rimanda ai protocolli dedicati ed alle altre circolari in merito
 

 

Per il Dirigente Scolastico
Serafina Di Salvatore

Firma autografa omessa ai sensi
dell’art. 3 del D. Lgs. n. 39/1993

Allegati:
Scarica questo file (ALLEGATO 1.docx)ALLEGATO 1.docx18 kB